Vuoi un Cervello Perfetto? Ecco Cosa Devi Mangiare!

Mangiare bene fa stare bene e vale anche per il cervello. Le nostre cellule cerebrali con il passare del tempo invecchiano, ma a tavola possono essere mantenute sempre giovani. Ecco i migliori cibi per mantenere il cervello elastico e allenato!

Nutrire il cervello. Può sembrare solo una frase fatta, ma è proprio la verità. La nostra testa infatti funziona bene soltanto se viene costantemente stimolata. Ma per questo serve mantenere il cervello in salute con una vera e propria dieta che ogni giorno deve comprendere una serie di alimenti precisi. In particolare sono fondamentali i cibi ricchi di Omega 3 e gli antiossidanti, entrambi utili per rallentare l’invecchiamento delle cellule.

I migliori cibi per tenere il cervello allenato

Quando si dice che il cervello “perde colpi” significa che non funziona più come dovrebbe, per quelle che sono le sue caratteristiche principali. Colpa dell’invecchiamento, del tempo che passa, dello stress quotidiano, tutta una serie di nemici visibili e invisibili che minacciano la funzionalità del nostro pensiero.

Da anni però i neurologi, affiancati nelle loro ricerche da nutrizionisti e dietologi, sono riusciti a dimostrare in maniera concreta che una corretta alimentazione favorisce in maniera chiara il mantenimento di un cervello sempre allenato e quindi efficace. Se da una parte quindi è essenziale mantenersi sempre in attività, dall’altra lo è anche il fatto di alimentare correttamente il cervello con cibi che rallentano l’invecchiamento e aiutano a stare in salute.

Ancora una volta la classica dieta mediterranea, riconosciuta come un valore universale in tutto il mondo, è ritenuta anche la più equilibrata. Ma ci sono anche altri alimenti che danno la giusta carica per affrontare bene ogni giornata. Facciamo una carrellata sui principali.

Il cioccolato fondente:  non tutto il cioccolato fa bene, ma questo certamente sì. Anche se quello fondente forse non solletica il palato come quello al latte, per il cervello è il nutrimento ideale. Merito dei flavonoidi che contiene e quindi maggiore è la percentuale di cacao, migliore è anche l’effetto che produce stimolando le cellule cerebrali.

Il pesce grasso:  tutto il pesce, in particolare quello azzurro, fa bene ad ogni età e quindi anche ai bambini. Ma il migliore per la nostra mente è quello che contiene tantissimo Omega 3. Parliamo di pesce come lo sgombro, le sardine, il salmone, il tonno, le aringhe, tutti ricchi di sostanze utili per mantenere attive le nostre cellule e difendere i neuroni dal progressivo deterioramento.

Le uova: i nutrizionisti lo dicono spesso. Con le uova non si deve esagerare perché aumentano il livello del colesterolo ‘cattivo’ nel sangue, ma almeno 4-5 alla settimana sono la dose ideale. E se è vero che si tratta di un alimento ricco di calorie, lo è altrettanto il fatto che le vitamine B e le le sostanze antiossidanti e nutritive contenute nelle uova sono il massimo per il cervello.

I broccoli: ci sono diverse verdure, in particolare quelle verdi, che stimolano in maniera corretta le cellule cerebrali, ma i broccoli sono in cima alla lista. Forse il loro odore non piace propri a tutti. In compenso però al di là del fatto che si possono cucinare in moltissimi modi, una volta consumati rilasciano nel nostro corpo diverse sostanze utili a combattere contro l’ossidazione delle cellule e quindi sono un alleato prezioso per tenere il cervello sempre giovane.

Le barbabietole rosse: hanno una elevata concentrazione di antiossidanti che aiutano a liberare il sangue dalle tossine, abbassano i livelli di infiammazione, ma soprattutto grazie ai nitrati aumentano il flusso del sangue al cervello, favorendo le prestazioni della mente. In più in alcune occasioni particolarmente stressanti le barbabietole aumentano l’energia e quindi il risultato finale.

L’olio extra vergine d’oliva: molto impiegato in ogni tipo di dieta, anche perché l’Italia è un grande produttore, è perfetto per il cervello. Merito dei suoi antiossidanti, detti polifenoli, che aiutano a potenziare sia l’apprendimento che la memoria e al tempo stesso rallentano le degenerazioni collegate al progredire dell’età. Un consiglio prezioso: l’olio extravergine per risultare efficace deve essere sempre consumato crudo.

Il curry: diverse ricerche hanno dimostrato che possiede ottime proprietà antiossidanti e quindi protegge i neuroni dalle malattie neurodegenerative, a cominciare dall’Alzheimer.

Il caffè: un paio al giorno fanno bene, anche se non bisogna esagerare. La caffeina contenuta nel caffé, come la teina del thé verde, aiuta a stimolare il cervello a riorganizzare le informazioni e a ritardare il declino del cervello.

Anche la frutta è amica del cervello

Ma sono diversi anche i frutti che aiutano il cervello a stare meglio e sempre attivo:

I kiwi: sono tra i maggiori protettori contro lo stress dato dall’ossidazione, considerato tra le principali cause che portano alla morte delle cellule e al rischio di malattie come l’Alzheimer e il Parkinson. Inoltre il kiwi è anche ricco di rame che aiuta i bambini nella loro fase di crescita sviluppando in maniera armonica il cervello oltre al sistema immunitario.

I frutti rossi: anche loro sono ricchi di flavonoidi, in particolare le antocianine che danno il colore tipico a fragole, mirtilli e lamponi ma aiutano anche a potenziare i vasi sanguigni, combattono l’ossidazione e quindi aiutano a mantenere viva la memoria.

La frutta secca: negli spuntini di metà mattinata o del pomeriggio noci, arachidi, mandorle, nocciole sono un potente integratore di vitamine, antiossidanti e Omega 3.

Prugne secche: meglio di quelle fresche, perché con questo processo si potenzia la quantità di zinco, magnesio, potassio e ferro. Sono ricche di antiossidanti che rallentano il processo di degenerazione delle cellule cerebrali.

Detto questo, l’invito è quello di seguire un’alimentazione corretta, ricordandosi che, siamo ciò che mangiamo. Cosa ne pensate? A voi i commenti!

Commenta