I 10 animali più grandi e terrificanti mai esistiti!

Amanti degli animali? Ok! Ma cosa sarebbe successo se fossimo vissuti milioni di anni fa? Ecco le 10 creature viventi più grandi mai esistite. Alcune di loro sono così terribili che sarete felici di apprendere che siano estinte.

Quando siamo rilassati sul divano di casa, intenti a coccolare il nostro animale domestico, siamo certamente tranquilli e senza timori. La preoccupazione maggiore può essere quella che il nostro gatto ci riempia i vestiti di pelo oppure che il cane sbavi sul divano nuovo. Ma cosa succederebbe se fossimo esistiti milioni di anni fa? Fin dalla notte dei tempi la natura ha dimostrato una innata capacità di creare esseri meravigliosi e terrificanti al tempo stesso. Scopriamo quindi quali sono le 10 creature viventi più grandi mai esistite.  Alcune di loro sono così terribili che sarete felici di apprendere che siano estinte.

1. Meganeura.

Infastiditi da mosche e zanzare? Tranquilli, nulla a confronto di questo. Provate a immaginare un enorme drago volante. La Meganeura aveva un’apertura alare di 75 cm. ed una lunghezza di oltre 50. Si può considerare il più grande insetto volante di tutti i tempi, l’aspetto della Meganeura ricorda vagamente quello di una libellula. Questo mega insetto volante si cibava di altri insetti. E’ vissuta circa 300 milioni di anni fa.

2. Arthropleura.

Questo enorme insetto misurava fino a 2 metri e mezzo di lunghezza. Può essere considerato il più grande artropode di tutti i tempi. Si dice che le sue dimensioni fossero dovute al tipo di atmosfera preistorica, che conteneva molto più ossigeno di quella di oggi. E’ una creatura antichissima, basti pensare che il dinosauro T-Rex è apparso sul nostro pianeta milioni di anni dopo l’estinzione dell’Arthropleura., avvenuta all’incirca 300 milioni di anni fa, secolo più, secolo meno.

3. Jaekelopterus.

Si tratta di un enorme scorpione marino, delle dimensioni di oltre 3 metri. Ma nonostante il nome viveva presso laghi e fiumi di acqua dolce. Il Jaekelopterus era il più complesso predatore nel suo ambiente. Praticamente onnivoro, si nutriva cibandosi di qualsiasi creature riusciva a catturare. Si calcola che, questo enorme scorpione, è vissuto sulla terra circa 400 milioni di anni fa. Nonostante tutto esistono ancora dei fossili molto ben conservati.

4. Titanoboa.

Il Titanoboa è considerato un vero e proprio mostro tra tutti i serpenti mai esistiti sulla faccia della terra. Era lungo oltre 15 metri e poteva raggiungere un diametro di oltre 1 metro. Il clima caldo torrido che esisteva sulla terra milioni di anni fa ha permesso a questo mega serpente di svilupparsi oltre ogni limite. Il Titanoboa è vissuto quando sulla terra regnavano i dinosauri. Dopo l’estinzione degli stessi, avvenuta circa 65 milioni di anni fa questo enorme serpente ha continuato ad esistere per altri 5 milioni di anni.

5. Spinosaurus.

Lo Spinosaurus è considerato il più grande predatore terrestre mai vissuto sulla terra. Era lungo oltre 18 metri e raggiungeva il peso di oltre 10 tonnellate. Viveva sopratutto in Africa settentrionale, anche se alcuni suoi resti furono scoperti anche in Egitto. Sfortunatamente tutte le tracce della sua esistenza furono distrutte durante la seconda guerra mondiale. Alcuni scienziati ritengono che lo Spinosaurus, cacciava non solo sulla terra ma anche in acqua, per cibarsi di pesce. Questo enorme dinosauro è vissuto sulla terra circa 100 milioni di anni fa.

6. Megalodon.

Se avete paura degli squali ringrazierete di non essere vissuti milioni di anni fa. Il Megalodon è considerato il più grande predatore marino di tutti i tempi. Le sembianze ricordano quelle del più conosciuto squalo bianco moderno, ma in realtà il Megalodon era molto, molto più grande. Aveva una lunghezza di 20 metri per un peso di 100 tonnellate. E’ vissuto sulla terra in un periodo da 28 a 2 milioni di anni fa. Il raffreddamento delle acque oceaniche e la carenza di fonti alimentari sufficienti per vivere, hanno portato all’estinzione di questo mega squalo.

7. Leedsichthys Problematicus.

Non fatevi ingannare dal nome, i problemi probabilmente li avrebbe avuti qualsiasi essere umano si fosse trovato al cospetto di quello che è considerato il più grande pesce osseo di sempre. Questo enorme pesce poteva raggiungere una lunghezza di oltre 35 metri. Come le balene moderne si cibava di plancton e piccoli pesci. La sua estinzione è datata all’incirca 170 milioni di anni fa.

8. Paraceratherium.

Parliamo ora di mammiferi. Il Paraceratherium è considerato il più grande mammifero terrestre mai vissuto sulla terra. Il suo peso è stimato in oltre 20 tonnellate. Alto 5 metri e lungo 8, il triplo delle dimensioni di un elefante moderno. Nonostante la mole imponente questo gigante era docile e innocuo, nonostante, date le sue dimensioni, non aveva praticamente nemici. Si cibava infatti di foglie, piante e arbusti. Alcuni scienziati lo considerano l’antenato del moderno rinoceronte. Questo gigante buono si estinse circa 23 milioni di anni fa.

9. Quetzalcoatlus.

Passiamo ai volatili. Lo Quetzalcoatlus è stato sicuramente il più grande animale volante di tutti i tempi. Aveva un apertura alare di 16 metri per un peso di circa 250 chili. Caratterizzato dal becco lungo e sdentato e dal collo molto lungo e rigido. Non è chiaro se si cibasse di animali terrestri o di pesci, ma sicuramente si trattava di un predatore, che solcava i cieli della terra intorno a 65 milioni di anni fa.

10. Blue Whale.

La balena blu, fortunatamente non è ancora estinta, anche se agli inizi del ventesimo secolo la caccia indiscriminata ha rischiato di farla scomparire per sempre dalla terra. Ora, questa balena gigante è super protetta dalle leggi internazionali, e si stima ne esistano circa 20.000 in tutto il mondo. Questo, che può essere considerato il più grande mammifero esistente, è ancora vivo e nuota nei nostri oceani. Incontrarlo, anche se potrebbe spaventare, sarebbe sicuramente un’esperienza emozionante.

11. Amphicoelias Fragillimus.

Ed eccoci a quello che è, senza ombra di dubbio, il più grande animale vissuto sul nostro pianeta dalla notte dei tempi. Era lungo 60 metri e pesava oltre 120 tonnellate. I resti di questo enorme dinosauro furono scoperti per la prima volta alla fine del 1800. A quei tempi gli scienziati non disponevano della tecnologia necessaria a conservare i grandi fossili, per questo motivo oggi abbiamo solo alcune note e appunti presi a quel tempo come promemoria. Questo mastodontico dinosauro solcava la superficie del nostro bel pianete intorno a 150 milioni di anni fa.

Commenta