Cime di Rapa: Tutte Le Proprietà Dell’Ortaggio Della Salute!

Cime di rapa: tutti i modi per cucinare un ortaggio buono e soprattutto molto sano, oltre ai dettagli sulle loro proprietà e i consigli per sfruttarle al meglio.

Le cime di rapa sono uno dei piatti tipici delle festività di fine anno, soprattutto in alcune regioni d’Italia. Si mangiano in vari modi, però sono in pochi a conoscere le loro importanti proprietà. Se cucinate in vari modi, infatti, offrono la possibilità di sfruttare molti lati positivi che possono fare del bene alla nostra salute. Ecco nello specifico cosa dobbiamo sapere sulle cime di rapa.

Cime di rapa: proprietà e nutrienti!

Dal gusto talvolta un po’ forte ed amaro, le cime di rapa non sono adatte a tutti. Dipende infatti molto dai propri gusti e dal tipo di verdura che si predilige. Non si può però fare a meno di dire che le rape contengono molti nutrienti importanti, tra cui elettroliti e vitamine.

In particolar modo, queste ultime, appartenendo alla famiglia delle Crucifere, hanno calcio, fosforo e potassio in grandi quantità, mentre in concentrazione minore magnesio e ferro. Non mancano anche le vitamine C, A e B2, e perfino le proteine. Questa verdura ha anche un elevato contenuto di acido folico, che si trova con difficoltà negli ortaggi, e che fa molto bene soprattutto alle donne in gravidanza. Ovviamente le cime di rapa sono anche ricche di fibre.

Alla luce di tutto questo, la verdura tipica del Sud Italia dimostra di essere un’alleata delle donne in gravidanza, ma anche di coloro che vogliono migliorare la salute del proprio intestino e della pelle.

Le cime di rapa hanno proprietà depurative e disintossicanti, in particolar modo per via dell’elevata presenza di fibre. In più sono antiossidanti e svolgono uno scopo preventivo, riuscendo a stimolare le difese del sistema immunitario che diventa più forte, soprattutto in una stagione particolare come quella invernale che porta il fisico ad indebolirsi con i raffreddori e i malanni stagionali.

Una curiosità riguardante proprio le cime di rapa è che sono consigliatissime per coloro che soffrono di varie intolleranze, ma soprattutto per chi non riesce a digerire latticini e derivati. Infatti il processo di depurazione innescato dal consumo di questo ortaggio aiuta molto chi ha l’intestino indebolito dall’intolleranza al lattosio.

Le cime di rapa aiutando dunque nella rimineralizzazione dei tessuti, un processo utile anche per non intolleranti che serve perfino per la prevenzione di patologie molto serie come il cancro. Inserire le cime di rapa all’interno della nostra dieta è una mossa molto saggia, perché sono buone, si possono cucinare in diversi modi e fanno bene. Attenti però a scegliere le ricette più sane.

Cime di rapa: tutti i modi per cucinarle al meglio!

Per sfruttare al massimo le numerosissime proprietà di questo ortaggio, dobbiamo poter contare sulle ricette adatte. Quando andiamo al supermercato o al fruttivendolo, scegliamo le cime di rapa più fresche, dalle foglie dai colori più accesi e maggiormente tenere. Evitiamo le parti gialle e dopo l’acquisto non attendiamo molto per cucinarle e consumarle, altrimenti rischierebbero di perdere una parte delle loro proprietà positive.

Una buona ricetta per chi desidera fare un pranzo o una cena veloce, consiste nel tritare le cime di rape crude, per poi condirle semplicemente con olio extravergine di oliva, limone e semi di lino. Un tripudio di buone proprietà per la nostra salute, anche veloce da preparare e molto buono.

Per chi preferisce qualcosa di più elaborato o ha più tempo per cucinare, le cime di rapa si possono preparare in altri modi, anche sbollentate. E’ preferibile non lessarle a lungo ma sbollentarle pochi minuti nel cestello. Questo è utile soprattutto per chi vuole sfruttare il ferro presente all’interno delle rape, che altrimenti andrebbe perso.

Dopo averlo fatto, si possono saltare in padella con un po’ d’aglio, magari aggiungere il peperoncino o se è di nostro gusto possiamo condirle con limone ed olio extravergine di oliva. La scelta è ovviamente illimitata, perché possiamo mangiarle come contorno o come unico piatto, scegliendo il condimento più idoneo, tra cui anche i pomodorini.

Un piatto tipico vede le cime di rapa associate alle orecchiette. Si tratta di un primo delicato che soprattutto in Puglia si serve durante le festività natalizie. Le cime di rapa vanno bene anche in un risotto oppure come contorno di un’insalata di farro, ma vanno bene anche accompagnate con l’uovo o con un po’ di formaggio.

E’ un ortaggio molto versatile e tutto dipende dal proprio gusto e dalla fantasia. Un consiglio è anche quello di stufarle alla mediterranea, con aglio, acciughe, olive e capperi dissalati, per poi aggiungere, per realizzare un piatto ancora più sano, una spolverata di gomasio. Questo è un’ottima fonte di calcio e zinco, che combinato con le proprietà delle rape aiuta moltissimo a rafforzare le ossa, lo scheletro e a migliorare il nostro stato di salute.

E voi in quale maniera cucinate le cime di rapa? Vi piacciono?
A voi i commenti!

Commenta