Acqua Ossigenata: Tutti gli Usi ed i Rimedi Naturali!

Acqua ossigenata: nota per le sue capacità disinfettanti, in pochi conoscono tutte le sue proprietà sia per la casa sia per combattere alcuni disturbi. Ecco come possiamo utilizzarla…

Usata molto spesso per disinfettare le piccole ferite, l’acqua ossigenata ha tantissimi usi e proprietà che spesso si ignorano. Quest’ultima, chiamata anche con il nome scientifico perossido di idrogeno, può avere anche tante altre funzioni in più rispetto a quelle che normalmente si conoscono. Ecco quindi che cosa dobbiamo sapere sull’acqua ossigenata.

Acqua ossigenata: tutti gli usi per la casa e la cura della persona!

Sintetizzata per la prima volta nel 1818 da Louis Jacques Thernard, un chimico francese, ad oggi l’acqua ossigenata è molto utilizzata dalla maggior parte di noi. È utilizzata anche come reagente a basso impatto ambientale, ma i suoi utilizzi tra le mura domestiche, ma anche per la cura della bellezza e del corpo, sono molteplici. L’acqua ossigenata, soprattutto se deve essere utilizzata sul proprio corpo, andrebbe acquistata a concentrazioni relativamente basse, come per esempio il 3%. Se invece si deve usare sulle superfici o come disinfettante tra le mura domestiche, si possono scegliere anche concentrazioni superiori.

Innanzitutto, tra gli usi più frequenti e senza dubbio più utili per la casa c’è quello di sbiancante. L’acqua ossigenata può essere fondamentale per sbiancare il bucato. Capita spesso che le magliette o gli abiti originariamente bianchi perdano la vivacità del colore o peggio si ingialliscano. Invece di fare uso della candeggina, molto più inquinante del perossido di idrogeno ed anche tendenzialmente più irritante e rischioso per la salute, possiamo optare per l’utilizzo dell’acqua ossigenata. Sarà sufficiente tenere in ammollo gli abiti in due litri d’acqua a cui aggiungeremo 60 grammi di perossido di idrogeno.

Questo rimedio è consigliato anche per i capi delicati, come quelli fatti di lana. L’effetto sbiancante può essere anche sfruttato per migliorare l’aspetto delle unghie e dei denti, dunque nell’ambito della cura della persona. Se mettiamo un cucchiaino di acqua ossigenata in un pentolino di acqua calda e lasciamo le nostre mani ammollo per 10 minuti, possiamo vedere diventare molto bianche le nostre unghie, che quindi appariranno molto più piacevoli alla vista. Vale lo stesso per i denti: possiamo usare il perossido di idrogeno come collutorio prima di lavare i denti. L’acqua ossigenata ha anche un effetto schiarente che può servire davvero molto per coloro che hanno delle macchie scure ed antiestetiche sul viso e sul corpo. Versando un po’ di acqua ossigenata al 3% e in piccole quantità su queste aree del nostro corpo, vedremo lentamente la macchia sparire e la pelle diventare uniformemente bianca. Il perossido di idrogeno può anche diventare uno schiarente per i capelli, da usare però con moderazione. Diluire piccole quantità di acqua ossigenata al 3% con il 50% di acqua può essere molto utile per dare dei riflessi più chiari ai nostri capelli. Vaporizziamo questo composto, attraverso uno spray, sulla nostra chioma bagnata dopo il lavaggio ed otterremo indubbiamente un effetto molto gradevole.

Acqua ossigenata: utilizzarla come rimedio naturale!

Il perossido di idrogeno può essere anche sfruttato come rimedio naturale per curare alcuni piccoli disturbi. Si tratta infatti di un rimedio che non ha controindicazioni e che possiamo utilizzare moderatamente in alcune circostanze. Ad esempio, per via del suo significativo effetto battericida, l’acqua ossigenata può servire per prevenire o combattere le micosi o le altre infezioni a cui talvolta sono esposti i nostri piedi. Effettuando un pediluvio in un’acqua dove avremo diluito il perossido di idrogeno a basse concentrazioni, potremo ottenere un ottimo risultato e curare rapidamente l’infezione che ha colpito il nostro piede. Sempre facendo molta attenzione ad evitare il contatto con gli occhi, inoltre, possiamo utilizzare l’acqua ossigenata al 3% per disinfettare piccole ferite ed escoriazioni. L’unico effetto collaterale è che sicuramente la ferita brucerà, ma così sarà efficacemente disinfettata.

Per via dell’effetto antimicrobico, il perossido di idrogeno può essere molto utili per combattere le irritazioni della gola ed il conseguente dolore. Diluendo in parti uguali acqua tiepida e acqua ossigenata possiamo fare per qualche minuto dei gargarismi, così da eliminare i batteri che eventualmente possono colpire la nostra gola. Ovviamente dobbiamo scegliere l’acqua ossigenata a basse concentrazioni ed evitare assolutamente di deglutire l’acqua che contiene il composto. Sempre a causa delle proprietà antibatteriche, l’acqua ossigenata dimostra di essere un valido alleato contro l’acne. Dopo aver lavato il viso, prendiamo un batuffolo di cotone e facciamo in modo di impregnarlo con del perossido di idrogeno. Strofiniamolo delicatamente sulle aree più colpite dall’acne ed avremo così presto dei risultati. Infatti l’acqua ossigenata favorisce la pulizia dei pori e combatte il rischio di insorgenza di nuovi brufoli migliorando nettamente la situazione della nostra pelle. Con questi rimedi, bisogna naturalmente sempre fare attenzione a scegliere l’acqua ossigenata a basse concentrazioni ed evitare il contatto con gli occhi.

Conoscevate questi rimedi naturali? Fate uso di acqua ossigenata? A voi i commenti!

Commenta